Mondiale U20

Da pochi giorni ha preso il via in Polonia il torneo più importante a livello mondiale per tutti i giovani che sognano di consacrarsi nel mondo del calcio. Andiamo a conoscere da vicino tutti i protagonisti che militano nel nostro campionato.  ANDREA PINAMONTI. Doveroso iniziare la nostra carrellata con gli Azzurrini di Paolo Nicolato, Ct che in attacco dispone della punta classe 1999 di proprietà dell’Inter. Cinque i gol segnati in prestito al Frosinone, tappa dove ha trovato continuità in Serie A arrivando a guadagnarsi lo stage di fine aprile agli ordini di Roberto Mancini.

E dopo i risultati raggiunti in campionato, ora dovrà trascinare l’Italia in Polonia. LUCA PELLEGRINI. Frecce in attacco e pure in difesa come nel caso del terzino sinistro, ventenne che in stagione si è ritagliato 18 presenze dal primo impatto nella Roma al prestito al Cagliari. Disciplinato tatticamente e dai buoni mezzi tecnici, Pellegrini ha ottenuto la ribalta in Serie A e debuttato nell’U-21 di Gigi Di Biagio. Prima di tornare in giallorosso è chiamato ad un Mondiale da protagonista. GIANLUCA SCAMACCA. Azzurrini che vantano in gruppo altri talenti cristallini come Plizzari e Bellanova, Bettella e Frattesi oltre a Capone che in attacco può fare coppia con il centravanti classe 1999. Giocatore di fisico e potenza, Scamacca ha segnato a valanga con le selezioni giovanili italiane e accumulato esperienza dall’Olanda al Sassuolo dove si è trasferito nel gennaio 2017 dopo gli inizi nella Roma. ALBAN LAFONT. Tra i favoriti del torneo ci sono inevitabilmente i ragazzi di Diomède chiamati a bissare il trionfo del 2013 attraverso una rosa invidiabile: dopo l’ultimo impegno con la Fiorentina tra i pali ci sarà l’ex Tolosa, affare da 8,5 milioni di euro che in stagione ha maturato 37 presenze complessive. Il profilo è da portiere del futuro, quanto basta per perdonargli alcuni errori tecnici dettati dalla gioventù. NICOLÁS SCHIAPPACASSE. Trasferiamoci nel gruppo C dove merita attenzione la giovane Celeste di Gustavo Ferreyra, 3^ classificata all’ultimo Sub-20 grazie ai 4 gol segnati dall’attaccante ventenne in prestito al Parma. Solo 80 minuti concessi da D’Aversa in Serie A, tuttavia il profilo di Schiappacasse gode di particolare stima: secondo alcuni fonde le qualità di Forlan e Aguero, lui che può destreggiarsi su tutto il fronte offensivo e promette un futuro da star.